La bella e la bestia (film 1991)

Da Enciclopedia del Doppiaggio.it.


{{{immagine2}}}
Labellaelabestiafilm1991.jpg

La bella e la bestia (1991)
Beauty and the Beast | Stati Uniti d'America
regia di Gary Trousdale e Kirk Wise
84 min (edizione originale)
91 min (edizione estesa) | colore | animazione
una produzione Don Hahn
scritto da Linda Woolverton

soggetto Brenda Chapman, Burny Mattinson, Brian Pimental, Joe Ranft, Kelly Asbury, Chris Sanders, Kevin Harkey, Bruce Woodside, Tom Ellery, Robert Lence, Roger Allers (supervisore storia), Jeanne-Marie Leprince de Beaumont (fiaba)
Current user rating: 100% (2 votes)

 You need to enable Javascript to vote

Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Interpreti e personaggi
{{{attori}}}
Doppiatori originali
Interpreti e personaggi
{{{nomeattori}}}
Doppiatori italiani
Doppiatori italiani
{{{nomedoppiatoriitaliani}}}
Doppiatori trailer
{{{trailer}}}
Doppiaggio italiano: Royfilm
Direzione del doppiaggio: Leslie La Penna,
Adattamento dialoghi italiani: Andrea De Leonadis, Ermavilo (testi italiani delle canzoni, tranne La bella e la bestia di Gino Paoli)
Assistente al doppiaggio:
Fonico di doppiaggio: Marco Lippi
Fonico di mix: Romano Checcacci
Edizione italiana: {{{edizioneitaliana}}}
Supervisione artistica: {{{supervisioneartistica}}}
Sincronizzazione: Sincro Sound '86
Fotografia di Barry Cook, Randy Fullmer, Sean Simon Ramirez
Musiche di Alan Menken
Howard Ashman (testi canzoni)
Effetti speciali a cura di {{{effettispeciali}}}
Montaggio di John Carnochan
Scenografie a cura di '
Premi:
*Oscar3.png 1992 - Premio Oscar
Fotografia di {{{nomefotografo}}}
Musiche di {{{nomemusicista}}}
Effetti speciali a cura di {{{nomeeffettispeciali}}}
Montaggio di {{{nomemontatore}}}
Scenografie a cura di {{{nomescenografo}}}
Premi:
{{{nomepremi}}}


La bella e la bestia (Beauty and the Beast) è un film d'animazione del 1991, il 30° classico prodotto dalla Walt Disney Feature Animation, diretto da Gary Trousdale e Kirk Wise e musicato da Alan Menken e Howard Ashman, gli stessi autori delle canzoni de La sirenetta.

È un adattamento della nota fiaba La Bella e la Bestia scritta da Jeanne-Marie Leprince de Beaumont (non citata nella versione inglese del film, ma solo in quella francese come scrittrice della storia) in cui una bellissima ragazza è tenuta prigioniera in un castello da un'orrenda bestia.

Presentato fuori concorso al 45º Festival di Cannes,[1] è stato il primo film di animazione ad essere stato nominato agli Oscar come miglior film, traguardo poi raggiunto solamente da Up nel 2010 (quando però i film in lista per lo spareggio finale erano passati da 5 a 10) e Toy Story 3 nel 2011. Il film ha vinto comunque le statuette per la colonna sonora (di Alan Menken) e per la canzone Beauty and the Beast (Alan Menken e Howard Ashman), cantata da Celine Dion e Peabo Bryson.

Il film ha diversi tratti della trasposizione cinematografica francese del 1946.

Nel 2002 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. Il 1° dicembre 2010 è uscita in Italia l'edizione Diamond in doppio dvd.

Indice

Trama

La storia è quella celeberrima della ragazza che scopre la bellezza del principe-bestia perché riesce ad andare oltre le apparenze.

Molto tempo fa, un principe viziato ed egoista viveva tra gli agi del suo palazzo. Un giorno, durante un temporale, una vecchia donna bussò al portone per chiedere rifugio, offrendosi di pagare con una rosa, ed il principe la cacciò malamente...

Differenze dalla fiaba

Stop hand.png

Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

  • Nella fiaba originale, il padre della protagonista è un ricco mercante e non un inventore e ha anche altre due figlie più grandi, sostituite, nel film, da Gaston nel ruolo di antagonista.
  • Nella fiaba, le sorelle maggiori della protagonista, quando il padre parte per la città, vogliono regali da lui, ed è per questo che egli, allontanandosi, si perde e si ritrova nel castello della Bestia, dove spera di trovare il fiore chiestogli dalla figlia minore.
  • Non c'è, nella fiaba, nessun riferimento a servitori trasformati in oggetti animati, né alla rosa incantata.
  • Nella fiaba, la Bestia non rischia di morire in duello, ma perché abbandonata da Belle a causa dei pregiudizi delle sorelle maggiori di quest'ultima, che, come Gaston nel film, credono che la Bestia sia effettivamente cattiva.
  • Nella fiaba, quando il padre arriva davanti al castello e coglie la rosa per darla alla figlia (cosa che non fa nel film), non viene rinchiuso in una delle prigioni, ma ritorna a casa e racconta l'incontro con la Bestia e deve mandare la figlia minore nel castello, altrimenti egli deve ritornare e pagare il debito.


Il messaggio del film

Template:F I portavoce della Disney hanno dichiarato un preciso messaggio, veicolato in tutto il film. Negli anni novanta infatti, soprattutto in America, si era diffusa la cultura della "moglie trofeo", un gioiello da esibire; il successo dell'uomo è proporzionale alla bellezza di sua moglie. Disney, da sempre fondata su stretti vincoli morali (il fondatore Walt Disney pretendeva che i suoi disegnatori non avessero né baffi né barba, al fine di dare un'immagine pulita dell'azienda), decise di andare controtendenza lanciando questo film dove il messaggio chiave è: nella nostra società orientata all'immagine, l'immagine non è tutto.

Curiosità

Stop hand.png

Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

  • Prima che Gaston nel finale caschi dal dirupo si possono notare due teschi nei suoi occhi in più fotogrammi.
  • La musica finale ricorda quella de La sirenetta, che finisce con un coro che canta la parte finale della canzone principale del film.
  • Template:Citazione necessaria
  • La Bestia e Belle sono personaggi secondari nei videogiochi della Square-Enix e Disney, Kingdom Hearts, Kingdom Hearts: Chain of Memories, mentre in Kingdom Hearts II e Kingdom Hearts 358/2 Days oltre a essere presenti e disponibile visitare anche il castello dove si svolge la fiaba e conoscere anche i servitori.
  • Durante il ballo finale, Belle e Adam ripetono gli stessi movimenti che fanno Aurora e Filippo nel film La bella addormentata nel bosco.
  • Nella versione cinese, la Bestia ha la voce di Jackie Chan.
  • Le fattezze di Lumière, il domestico trasformato in candelabro, che nel film si rivela brillante showman e "tombeur de femmes", richiamano quelle di Georges Descrières, attore francese conosciuto in Italia come interprete del protagonista nella serie televisiva di Arsenio Lupin e di Sam & Sally.
  • La canzone "Stia con noi" (in inglese "Be our guest") è ripresa in una puntata dei Simpson, dove il Signor Burns canta "See My Vest", evidente parodia del titolo originale della canzone.
  • In Striscia, una zebra alla riscossa, Sir Trenton chiama in una scena Striscia e Cinza "la bella e la bestia".
  • Durante la canzone "Stia con noi" le posate si dispongono formando un modellino della Torre Eiffel. Questo rappresenta un anacronismo in quanto la storia è ambientata nel 1757 mentre la Torre Eiffel fu eretta nel 1889.

Errori

Stop hand.png

Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

  • Nella scena dell'attacco al castello da parte degli abitanti del villaggio guidati da Gaston, il cane-poggiapiedi prende una scarpa a Le Tont ed entra nella cucina: nei fotogrammi in cui Le Tont entra in cucina, però, egli ha ancora entrambe le scarpe, che tornano ad essere una sola quando, spaventato dal cuoco del castello, fugge insieme agli altri paesani che erano insieme a lui.

Note di produzione

Edizione italiana

Edizione estesa

Nel 2002 è stata presentata un'edizione speciale del film, con una scena inedita che presenta la canzone Di nuovo umani. La scena è stata doppiata con voci differenti rispetto all'edizione italiana originale (ad eccezione della Bestia, che ha sempre la voce di Massimo Corvo)


Note

  1. (EN) Official Selection 1992. festival-cannes.fr. URL consultato il 29 giugno 2011.

Voci correlate

Altri progetti

Template:Interprogetto

Collegamenti esterni

Film d'animazione Disney


Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
DOPPIAGGIO
INDICI A-Z
Strumenti