Woody Allen

Da Enciclopedia del Doppiaggio.it.
« Non voglio raggiungere l'immortalità attraverso le mie opere; voglio raggiungerla vivendo per sempre. Non mi interessa vivere nel cuore degli americani; preferisco vivere nel mio appartamento. »
(Woody Allen sull'Observer del 27 maggio 2001, p. 30)
Woodyallen.jpg
Woody Allen
Current user rating: 100% (4 votes)

 You need to enable Javascript to vote


Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior regista 1978
Statuetta dell'Oscar Oscar alla migliore sceneggiatura originale 1978
Statuetta dell'Oscar Oscar alla migliore sceneggiatura originale 1987

Woody Allen, al secolo Allan Stewart Königsberg (New York, 1º dicembre 1935), è un regista, sceneggiatore e attore statunitense, nonché comico, autore teatrale, scrittore umoristico e clarinettista jazz.


La sua intensa produzione (una media di quasi un film all'anno) e il suo stile cerebrale e raffinato l'hanno reso uno degli autori cinematografici più rispettati e prolifici dei nostri tempi. Scrive e dirige i propri film, ed ha recitato in molti di essi nel ruolo di protagonista.

I temi affrontati da Allen - dalla crisi esistenziale degli ambienti intellettuali alla rappresentazione spesso autoironica della comunità ebraica newyorkese - rispecchiano la sua passione per la letteratura, la filosofia, la psicoanalisi, il cinema europeo, e soprattutto per la sua città natale, New York, dove vive e dalla quale trae continua ispirazione.

Indice

Doppiatori italiani

La voce ufficiale e "storica" di Woody Allen, che lo ha doppiato in tutti i suoi film, nonché negli spot pubblicitari ed interviste, è stata, fino alla scomparsa, quella dell'attore e comico Oreste Lionello, la cui voce è ormai comunemente identificata con l'immagine di Allen. Le uniche eccezioni sono rappresentate da James Bond 007 - Casino Royale (1967, voce di Gianfranco Bellini), King Lear (1987, voce di Oliviero Dinelli) e Che fai, rubi? (1966, voce di Piero Tiberi).

Anche nel film d'animazione Z la formica il personaggio doppiato da Woody Allen nella versione italiana ha la voce di Lionello, nonché nell'episodio de I Simpson 19.18 Ogni maledetto Sundance, in cui compare un cameo di Allen doppiato per l'ultima volta dal comico di origine greca.

Lionello si è più volte dissociato dalle opinioni e dalle azioni di Woody Allen. Dopo lo scandalo della relazione con Soon-Yi Previn, dichiarò che non avrebbe più prestato la sua voce ad Allen, definendolo "un pedofilo", proposito poi ritirato. In occasione di un'intervista concessa da Allen a Paolo Bonolis all'interno della sua trasmissione Il senso della vita, Allen dichiarò di essere ateo; Lionello, che doppiava l'intervista, volle prendere la parola per dissociarsi dai concetti espressi dal regista. La presa di posizione del doppiatore suscitò polemiche.

Per l'uscita del film To Rome with love la direttrice di doppiaggio Maura Vespini ha seguito i provini che hanno portato alla scelta di Leo Gullotta come nuovo doppiatore di Allen. [1]

Filmografia

Regista

Sceneggiatore

Attore

Collegamenti esterni

Note

  • Cinema Portale Cinema: accedi alle voci de enciclopediadeldoppiaggio che trattano di Cinema


Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
DOPPIAGGIO
INDICI A-Z
Strumenti