La strada

Da Enciclopedia del Doppiaggio.it.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi La strada (disambigua).


{{{immagine2}}}
Lastrada.jpg

La strada (1954)
{{{titolooriginale}}} | Italia
regia di Federico Fellini
103 min | B/N | drammatico
una produzione Dino De Laurentiis e Carlo Ponti
scritto da Federico Fellini, Ennio Flaiano, Tullio Pinelli

soggetto Federico Fellini
Current user rating: 60% (1 votes)

 You need to enable Javascript to vote

Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
{{{doppiatorioriginali}}}
Interpreti e personaggi
{{{nomeattori}}}
Doppiatori italiani

fonte: T. Sanguineti, G. Di Cola - "Voci del varietà / Federico delle voci - I direttori di doppiaggio di Fellini"

Doppiatori italiani
{{{nomedoppiatoriitaliani}}}
Doppiatori trailer
{{{trailer}}}
Doppiaggio italiano: CDC
Direzione del doppiaggio: {{{direzionedoppiaggio}}}
Adattamento dialoghi italiani: {{{dialoghiitaliani}}}
Assistente al doppiaggio: {{{assistentedoppiaggio}}}
Fonico di doppiaggio: {{{fonicodoppiaggio}}}
Fonico di mix: {{{fonicomix}}}
Sonorizzazione: {{{sonorizzazione}}}
Edizione italiana: {{{edizioneitaliana}}}
Supervisione artistica: {{{supervisioneartistica}}}
Sincronizzazione: {{{sincronizzazione}}}
Fotografia di Otello Martelli
Musiche di Nino Rota, Franco Ferrara
Effetti speciali a cura di {{{effettispeciali}}}
Montaggio di Leo Cattozzo
Scenografie a cura di Mario Ravasco
Premi:
* Oscar3.png 1 Premio Oscar 1956: "Miglior film straniero"
Fotografia di {{{nomefotografo}}}
Musiche di {{{nomemusicista}}}
Effetti speciali a cura di {{{nomeeffettispeciali}}}
Montaggio di {{{nomemontatore}}}
Scenografie a cura di {{{nomescenografo}}}
Premi:
{{{nomepremi}}}


La strada è un film del 1954 diretto da Federico Fellini, con Anthony Quinn e Giulietta Masina.

Il film fu girato in parte nel famoso Circo Saltanò, con attori e comparse prese da questo circo, tanto che Fellini mutò il nome di Anthony Quinn da Saltanò in Zampanò, mixandolo con Zamperla (cognome di un'altra famiglia circense), e vinse un Oscar al miglior film straniero (nel 1957, alla prima edizione in cui fu istituita tale categoria di Oscar), facendo uscire Fellini dai confini nazionali. Il film è stato un trionfo in Francia con 4.483.518 spettatori.[1]

Indice

Trama

Zampanò (Anthony Quinn) è un rozzo saltimbanco che viaggia attraverso le realtà più sparute dell'Italia ancora contadina ed ingenua degli anni cinquanta, esibendosi in improbabili prove di forza.

Gelsomina (Giulietta Masina) sostituisce la sorella (morta improvvisamente) come compagna di viaggio e lavoro del rude Zampanò, e si accoda all'artista straccione al fine di imparare un mestiere, trovare "la strada", nella realtà la giovialità e l'ingenuità di Gelsomina non servono a mitigare il terribile carattere di Zampanò nel quale il barbaro istinto di sopravvivenza guida ogni sua azione...

La critica

Stop hand.png

Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Giulietta Masina nei panni di Gelsomina

Giulietta Masina, interprete femminile principale della pellicola, fu anche l'ispirazione del personaggio di Gelsomina, da lei interpretato. La Masina aveva una rara dote di attrice, era "un clown naturale", come lo stesso Fellini la definiva e con le sole espressioni del viso riusciva a trasmettere le emozioni e il disagio di Gelsomina. Anthony Quinn interpreta il ruolo del cattivo, quello che già Hollywood gli aveva attribuito. Richard Basehart, è l'acrobata, il Matto, la cui vita viaggia sempre su di "un filo teso nel vuoto", l'uomo che mostra a Gelsomina la via di fuga dalla mostruosità di quella vita, una speranza che improvvisamente sembra vicinissima, quasi banale, ma che invece la condurrà verso la tragedia.

« Ci sembra che il fenomeno Fellini riguardi più il costume, più la psicologia e la sociologia che non l'arte del film; esso va comunque ricollegato con tutto un modo di concepire e intendere l'arte. In questo senso Fellini appare come un regista anacronistico, irretito com'è in problemi e di dimensioni umane largamente superate. In La Strada troviamo in maggior misura altri motivi ambigui: il simbolismo, il lirismo, l'angelismo, il misticismo, l'autobiografia sentimentale ».[2]
Si intuisce comunque, sotto la scorza dura e arcigna del burbero Zampanò,un fondo di umanità che il girovago non sembra avere perso. Fellini lascia capire in diverse scene che l'uomo non ha mai oltraggiato la delicata Gelsomina; quando lei comincia a dare segni di chiaro squilibrio mentale il girovago ne risente chiaramente, fino al finale commovente quando Zampanò piange la compagna seduto sconsolato in riva al mare.

Note

  1. Fonte: cbo-boxoffice.com
  2. Guido Aristarco, in Cinema Nuovo del 10 novembre 1954

Bibliografia

  • T. Sanguineti, G. Di Cola - "Voci del varietà / Federico delle voci - I direttori di doppiaggio di Fellini"
  • Paolo Torresan, Franco Pauletto, La Strada. Federico Fellini, Perugia: Guerra Edizioni, lingua italiana per stranieri, Collana: Quaderni di cinema italiano per stranieri, 2004, 32 p., ISBN 8877157909, ISBN 9788877157904
  • Riccardo Redi, "La Strada", in: Cinema, n° 130, marzo 1954.
  • Guido Aristarco, "La Strada", in: Cinema Nuovo, n° 46, novembre 1954.
  • Ennio Flaiano, "Ho parlato male de La Strada", in: Cinema, n°139, agosto 1954.
  • F. Bastide, J. Caputo, C. Marker. La Strada, un film di Federico Fellini, Parigi: Du Seul, 1955.
  • (EN) Federico Fellini, Peter Bondanella, Manuela Gieri, La Strada, Rutgers Films in Print, 2ª edizione 1991, ISBN 0-8135-1237-9.
  • (EN) Vernon Young, "La Strada: Cinematographic Intersections", in: The Hudson Review, Vol. 9, n° 3, Autunno 1956, p. 437-434.
  • (EN) Harvey Swados, "La Strada: Realism and the Comedy of Poverty", in: Yale French Studies, n° 17, 1956, p. 38-43.
  • Federico Fellini, Gremese editore Roma 1981
  • Le attrici, Gremese editore Roma 1999
  • Cinema Nuovo, 1954

Collegamenti esterni

  • cinema Portale Cinema: accedi alle voci de enciclopediadeldoppiaggio che trattano di cinema


Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
DOPPIAGGIO
INDICI A-Z
Strumenti