C.D.C. - Cooperativa Doppiatori Cinematografici

Da Enciclopedia del Doppiaggio.it.
(Reindirizzamento da CDC)
CDC.jpg
C.D.C. - Cooperativa Doppiatori Cinematografici
URL
indirizzo Via del Babuino, 58

00187 Roma

Email
Persone chiave Andrea Maroni, Giulio Panicali, Lauro Gazzolo, Augusto Marcacci, Augusto Incrocci, Umberto Bompani, Franco Schirato, Amilcare Pettinelli, Luigi Savini, Alessandro Salvini, Carlo Romano e Nicola Neroni
Fondazione 1944
Recapiti TEL. 67666
Stato corrente non in attività
CDC-2.gif
Current user rating: 100% (6 votes)

 You need to enable Javascript to vote

Scheda a cura di Gerardo Di Cola


Storia della CDC

1944: nasce la società di doppiaggio

In una Roma oppressa dal caldo, ma finalmente libera, il giorno 24 luglio del 1944 si presentano davanti al notaio Olinto De Vita i signori Andrea Maroni, Giulio Panicali, Lauro Gazzolo, Augusto Marcacci, Augusto Incrocci, Umberto Bompani, Franco Schirato, Amilcare Pettinelli, Luigi Savini, Alessandro Salvini, Carlo Romano e Nicola Neroni per fondare quella che diventerà la società di doppiaggio più importante del cinema italiano per oltre trenta anni. Viene eletto Presidente Augusto Incrocci, padre dell'attrice e doppiatrice Zoe e dello sceneggiatore Age. Tra i soci non compare il cognato di Panicali, Emilio Cigoli, perché impossibilitato a rientrare dalla Spagna dove si era recato per girare un film tra il 1942 e il 1943. Nel primo consiglio di amministrazione, che vede Salvini in qualità di Vice Presidente, entrano Maroni, Gazzolo, Panicali, Schirato e Alessandro Ruffini che è assente al momento della firma dell'atto costitutivo che viene registrato a Roma il 1° agosto 1944 al N. 2480 volume 671[1]. Una sorta di ombrello protettivo si apre sopra i circa 150 soci iniziali; numero che si mantiene pressoché costante fino alla fine degli anni quaranta. Sono migliaia i film doppiati dalla fondazione della cooperativa fino alla fine del decennio che ha come evento principale la guerra più cruenta della storia dell'umanità.

Tra il 1947 e il 1948, la CDC inizia anche una politica di ridoppiaggio di film dei primi anni del sonoro, un titolo per tutti: Viva Villa! di Jack Conway, con Mario Besesti (Wallace Beery) nella parte di Pancho Villa. In sala di doppiaggio ci sono anche Carlo Romano, Renato Turi, Manlio Busoni, Stefano Sibaldi, Vinicio Sofia, Vittorio Cramer, Cesare Polacco, Mario Ferrari. In definitiva la solita compagine che governa il mondo delle voci da oltre quindici anni, non essendovi la necessità di cambiare per due ordini di motivi: i committenti, soprattutto americani, non gradiscono le novità visti i positivi risultati raggiunti in poco tempo; e il pubblico che, avendo imparato ad amare queste voci così belle e irraggiungibili, non accetterebbe facilmente qualcosa di diverso. Il consiglio di amministrazione della CDC, proprio per la cura con cui ha "associato" le voci più significative, quelle che possono vantare una meccanica impeccabile nel sincronismo e una straordinaria musicalità naturale, non può immaginare che poco tempo dopo la sua formazione dovrà fare i conti con un'altra associazione di doppiaggio, la O.D.I - Organizzazione Doppiaggio Italiano.

1951-1952: Il periodo di Cantando sotto la pioggia e la scissione della A.R.S.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi le voci Il periodo di Cantando sotto la pioggia e A.R.S. - Attori Riuniti Sincronizzatori.

Nel 1952, alcuni doppiatori scontenti dei protagonismi di Cigoli e Panicali nella CDC e insoddisfatti dei metodi di lavoro della ODI, si scinderanno e daranno vita ad un'altra società di doppiaggio, la A.R.S. - Attori Riuniti Sincronizzatori.

1970: la nascita della C.V.D. e della C.D.

Nel 1970 la CDC si scioglie e molti dei suoi soci confluiranno nelle neonate società C.V.D. - Cine-Video Doppiatori e C.D. - Cooperativa Doppiatori[2], quest'ultima attiva fino al 1982, quando Renato Izzo e altri soci ne usciranno per fondare il Gruppo Trenta. Dal 1982 la CD tornerà agli antichi fasti con il nome prima di C.D.C. - Compagnia Doppiatori Cinematografici e successivamente C.D.C. - Centro Doppiaggi Cinetelevisivo[3] per poi definitivamente sciogliersi nel 1994, anno della morte di Pino Locchi. Dalle ceneri della società nascerà la Sefit-CDC, attiva ancora oggi con il nome di CDC-Sefit Group.


Soci della CDC

L'atto costitutivo della CDC, con i nomi dei fondatori[4]
Circolare della CDC, con cui viene convocata l'Assemblea Generale Straordinaria dei soci per il 27 luglio 1947. In basso la firma del presidente Augusto Incrocci.[5]

Direttori[6]

Doppiatori[7]

Dalla lista originale dell'epoca, in possesso di Gerardo Di Cola, autore della ricerca in merito, non è specificata l'appartenenza dei bambini alla ODI o alla CDC. Probabilmente è una lista non ufficiale utilizzata dai direttori e assistenti di doppiaggio per una ricognizione veloce degli attori-doppiatori disponibili:


Lavorazioni

Film

1998

1996

1994

1993

1992

1991

1990

1989

1988

1987

1986

1985

1984

1983

1982

1971-1982

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce C.D. - Cooperativa Doppiatori.

1970

1969

1968

1967

1966

1965

1964

1963

1962

1961

1960

1959

1958

1957

1956

1955

1954

1954

1952

1951

1950

1949

1948

1947

1946

1945

1939

Film TV / Miniserie

1992

1990

1989

1987

1986

1984

1969

Serie televisive / Telefilm

1992

1957


Note

  1. G. Di Cola - "Le voci del tempo perduto", pag. 77
  2. da non confondere con l'omonima C.D. - Cine Doppiaggi, fondata da Ferruccio Amendola e Vittoria Febbi nel 1994 e cui in seguito si unirà Maria Pia Di Meo
  3. stesso indirizzo: viale Bruno Buozzi, 98 Roma e stesso recapito telefonico
  4. G. Di Cola - "Le voci del tempo perduto", pag. 77
  5. G. Di Cola - "Le voci del tempo perduto"
  6. lista aggiornata al 1958, cfr. Annuario del Cinema (1958) citato in G. Di Cola - "Le voci del tempo perduto", pag. 132
  7. lista aggiornata al 1958, cfr. Annuario del Cinema (1958) citato in G. Di Cola - "Le voci del tempo perduto", pag. 132
  8. (non confermata poiché il suo nome compare anche nella lista della ODI, cfr. G. Di Cola - "Le voci del tempo perduto", pag. 86)
  9. probabilmente il riferimento è ad una giovane Maria Pia Di Meo, cfr G. Di Cola - "Le voci del tempo perduto", pag. 86
  10. in collaborazione con la SAS


Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
DOPPIAGGIO
INDICI A-Z
Strumenti