Hellboy - The Golden Army

Da Enciclopedia del Doppiaggio.it.


{{{immagine2}}}
Hellboythegoldenarmy.jpg

Hellboy - The Golden Army (2008)
Hellboy II: The Golden Army | Stati Uniti d'America
regia di Guillermo del Toro
119 min | colore | Azione, fantastico
una produzione Lawrence Gordon, Lloyd Levin, Mike Richardson, Joe Roth
scritto da Guillermo del Toro

soggetto Mike Mignola
Current user rating: 70% (2 votes)

 You need to enable Javascript to vote

Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Interpreti e personaggi
{{{nomeattori}}}
Doppiatori italiani
Doppiatori italiani
{{{nomedoppiatoriitaliani}}}
Doppiatori trailer
{{{trailer}}}
Doppiaggio italiano: Sefit-CDC
Direzione del doppiaggio: Sandro Acerbo
Adattamento dialoghi italiani: Sandro Acerbo
Assistente al doppiaggio: Maria Rita Amari
Fonico di doppiaggio: Fabrizio Salustri
Fonico di mix: Alessandro Checcacci
Sonorizzazione: {{{sonorizzazione}}}
Edizione italiana: {{{edizioneitaliana}}}
Supervisione artistica: {{{supervisioneartistica}}}
Sincronizzazione: {{{sincronizzazione}}}
Fotografia di Guillermo Navarro
Musiche di Danny Elfman
Effetti speciali a cura di Bjorn Henriksson
Montaggio di Bernat Vilaplana
Scenografie a cura di Stephen Scott
Fotografia di {{{nomefotografo}}}
Musiche di {{{nomemusicista}}}
Effetti speciali a cura di {{{nomeeffettispeciali}}}
Montaggio di {{{nomemontatore}}}
Scenografie a cura di {{{nomescenografo}}}
Premi:
{{{nomepremi}}}


« Succhiami il mio ectoplasmico schwanzstucker »
(Johann Krauss, stizzito a Tom Manning, nel finale del film)

Hellboy - The Golden Army è un film d'azione del 2008 diretto da Guillermo del Toro ed interpretato da Ron Perlman, sequel del film del 2004 Hellboy.

Il film è uscito l'11 luglio 2008 negli USA e il 16 luglio dello stesso anno in Italia.[1]

Indice

Trama

Natale 1955, un giovane Hellboy è immerso nel racconto del padre, il professor Trevor Bruttenholm' (John Hurt), riguardante un’antica guerra tra gli umani e le creature mitologiche. All’inizio di questa guerra a prevalere furono gli umani, e di fronte al massacro del suo esercito il Re degli Elfi, Balor, si rattristò in cuore. Così un Goblin si offrì di costruire un’inarrestabile armata di giganteschi androidi dorati per il Re degli Elfi, armata che può essere controllata solo da colui che indossa la corona reale ed è a questi fedele. Questa “Golden Army” composta da 70 volte 70 soldati (ossia 4900), decimò l’esercito degli umani portando però altra tristezza nel cuore di Re Balor che decise di stipulare una tregua con gli umani: gli uomini avrebbero vissuto nelle loro città mentre le creature magiche avrebbero vissuto nelle foreste. Tuttavia il figlio di re Balor, il principe Nuada (Luke Goss), non soddisfatto dalla tregua, decise di andare in esilio. La corona reale fu poi divisa in tre parti (una agli uomini e due agli elfi) e la Golden Army non venne più richiamata in battaglia.

Ai giorni nostri, Nuada ha deciso di dichiarare guerra agli uomini. Egli riesce ad entrare in possesso di una pezzo della corona (quella che era stata donata agli uomini) durante un’asta e di un secondo pezzo uccidendo il padre. Però la sorella gemella del principe, la principessa Nuala (Anna Walton) riesce a fuggire portando con sé l’ultimo pezzo della corona. Nel frattempo, Hellboy (Ron Perlman) ha dei problemi con la sua ragazza Liz (Selma Blair). Inoltre il direttore della BPRD, cerca invano in tutti i modi di tener celata al mondo l’esistenza di Hellboy.

Indispettiti dalla pubblica rivelazione, i capi di Washington decidono di inviare sul campo un loro fidato agente, il Dr. Johann Krauss (doppiato nella versione originale da Seth MacFarlane), per prendere il comando...


Curiosità

  • Seth MacFarlane ha ridoppiato il personaggio di Johann Kraus, rimpiazzando Thomas Kretschmann, originariamente scelto per dare la voce al personaggio, in quanto il regista non era soddisfatto del risultato,[2] così come Doug Jones, che doppia per la prima volta Abe Sapiens, personaggio doppiato nel precedente film da David Hyde Pierce.
  • La frase che il Dr. Krauss pronuncia nel finale del film: «Mi succhi il mio ectoplasmico schwanzstucker!» è un omaggio a Frankenstein junior di Mel Brooks, in cui Inga pronuncia la frase: «Ma allora avrebbe un enorme schwanzstucker!»
  • Quando chiedono a Hellboy quale arma abbia scelto per il duello, lui risponde «Mary dalle cinque dita», mostrando il braccio destro: in realtà le dita della sua mano destra sono solo quattro.

Note

Collegamenti esterni

  • cinema Portale Cinema: accedi alle voci de enciclopediadeldoppiaggio che trattano di cinema


Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
DOPPIAGGIO
INDICI A-Z
Strumenti