A ciascuno il suo

Da Enciclopedia del Doppiaggio.it.


Aciascunoilsuo-2.jpg
Aciascunoilsuo.jpg

A ciascuno il suo (1967)
A ciascuno il suo | Italia
regia di Elio Petri
99 min | colore | drammatico, giallo
una produzione Giuseppe Zaccariello
scritto da Elio Petri, Ugo Pirro, Jean Curtelin

soggetto Leonardo Sciascia (romanzo omonimo)
Current user rating: 80% (1 votes)

 You need to enable Javascript to vote

Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
{{{doppiatorioriginali}}}
Interpreti e personaggi
{{{nomeattori}}}
Doppiatori italiani
{{{doppiatoriitaliani}}}
Doppiatori italiani
{{{nomedoppiatoriitaliani}}}
Doppiatori trailer
{{{trailer}}}
Doppiaggio italiano: {{{doppiaggioitaliano}}}
Direzione del doppiaggio: Mario Maldesi
Adattamento dialoghi italiani: {{{dialoghiitaliani}}}
Assistente al doppiaggio: {{{assistentedoppiaggio}}}
Fonico di doppiaggio: {{{fonicodoppiaggio}}}
Fonico di mix: {{{fonicomix}}}
Sonorizzazione: {{{sonorizzazione}}}
Edizione italiana: {{{edizioneitaliana}}}
Supervisione artistica: {{{supervisioneartistica}}}
Sincronizzazione: {{{sincronizzazione}}}
Fotografia di Luigi Kuveiller
Musiche di Luis Enríquez Bacalov
Effetti speciali a cura di '
Montaggio di Ruggero Mastroianni
Scenografie a cura di Sergio Canevari
Fotografia di {{{nomefotografo}}}
Musiche di {{{nomemusicista}}}
Effetti speciali a cura di {{{nomeeffettispeciali}}}
Montaggio di {{{nomemontatore}}}
Scenografie a cura di {{{nomescenografo}}}
Premi:
{{{nomepremi}}}


A ciascuno il suo è un film del 1967 diretto da Elio Petri, liberamente ispirato[1] all'omonimo romanzo di Leonardo Sciascia.

Questo film segna l'inizio del fortunato sodalizio artistico fra Elio Petri, regista, Ugo Pirro, sceneggiatore, e Gian Maria Volonté, interprete, che darà vita ad alcuni dei titoli più celebri del cinema italiano impegnato degli anni settanta, fra cui in particolare Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto.

Presentato in concorso al 20º Festival di Cannes, il film ha conquistato il premio per la migliore sceneggiatura[2] ed è stato protagonista ai Nastri d'argento 1968, con quattro premi vinti: regista del miglior film, migliore sceneggiatura, miglior attore protagonista (Gian Maria Volonté) e miglior attore non protagonista (Gabriele Ferzetti).

Indice

Trama

In un paese della Sicilia, durante una battuta di caccia vengono uccisi due uomini, il farmacista Manno e il dottor Roscio. Poiché il primo aveva ricevuto negli ultimi tempi diverse lettere minatorie, a cause delle sue presunte relazioni extraconiugali, si giunge all'ovvia conclusione che l'obiettivo dell'omicidio fosse lui, mentre il secondo solo un testimone ed una vittima innocente. Le indagini seguono la pista del delitto d'onore e portano all'arresto del padre e dei fratelli di Rosina, servetta adolescente forse sedotta da Manno...


Critica

«Forse il miglior film di uno dei più lucidi cineasti d'impegno sociale dell'epoca»,[3] secondo Il Mereghetti. Dizionario dei film, che ne loda la complessità narrativa, l'appassionata descrizione d'ambiente e gli ottimi interpreti, il film si fa notare soprattutto per la forma, in particolare per l'uso insistito dello zoom, che all'epoca gli valse la feroce critica di Maurizio Ponzi,[4] mentre al contrario Sandro Zambetti su Cineforum considerò l'uso di grandangoli e teleobiettivi perfettamente coerente con la narrazione, efficace nel rendere con gli improvvisi avvicinamenti della macchina da presa la prospettiva di un osservatore distaccato che penetra nella vicenda, coglie i momenti rivelatori, scopre i lati nascosti dei personaggi.[5]Il Morandini. Dizionario dei film lo definisce «un linguaggio aggressivo con forzature ottiche e sonore che possono infastidire per una loro schematica violenza espressiva».[6]

Note

  1. Così indicato nei titoli di testa e sulla locandina del film.
  2. (EN) Awards 1967. festival-cannes.fr. URL consultato il 14 giugno 2011.
  3. Paolo Mereghetti, Il Mereghetti. Dizionario dei film 2008, 3 vol., Baldini Castoldi Dalai, 2007.
  4. Maurizio Ponzi. Petri: io lo conoscevo bene, Close-Up, dicembre 1998.
  5. Sandro Zambetti, Cineforum, maggio 1967.
  6. A ciascuno il suo. MYmovies. URL consultato il 7-2-2011.

Collegamenti esterni



Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
DOPPIAGGIO
INDICI A-Z
Strumenti