Truman Capote - A sangue freddo

Da Enciclopedia del Doppiaggio.it.
Versione delle 23:43, 6 gen 2012, autore: Andrea Razza (Discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)


{{{immagine2}}}
Trumancapoteasanguefreddo.jpg

Truman Capote - A sangue freddo (2005)
Capote | Canada
regia di Bennett Miller
98 min | colore | biografico, drammatico
una produzione Caroline Baron, William Vince, Michael Ohoven
scritto da Dan Futterman

soggetto Gerald Clarke (libro)
Current user rating: 60% (2 votes)

 You need to enable Javascript to vote

Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
{{{doppiatorioriginali}}}
Interpreti e personaggi
{{{nomeattori}}}
Doppiatori italiani
Doppiatori italiani
{{{nomedoppiatoriitaliani}}}
Doppiatori trailer
{{{trailer}}}
Doppiaggio italiano: Sefit-CDC
Direzione del doppiaggio: Filippo Ottoni
Adattamento dialoghi italiani: Elettra Caporello
Assistente al doppiaggio: Ivana Fedele
Fonico di doppiaggio: Fabrizio Salustri
Fonico di mix: Danilo Moroni
Sonorizzazione: {{{sonorizzazione}}}
Edizione italiana: {{{edizioneitaliana}}}
Supervisione artistica: {{{supervisioneartistica}}}
Sincronizzazione: {{{sincronizzazione}}}
Fotografia di Adam Kimmel
Musiche di Mychael Danna
Effetti speciali a cura di Mark Gebel
Montaggio di Christopher Tellefsen
Scenografie a cura di Jess Gonchor
Premi:
Fotografia di {{{nomefotografo}}}
Musiche di {{{nomemusicista}}}
Effetti speciali a cura di {{{nomeeffettispeciali}}}
Montaggio di {{{nomemontatore}}}
Scenografie a cura di {{{nomescenografo}}}
Premi:
{{{nomepremi}}}


Truman Capote - A sangue freddo (Capote) è un film del 2005 diretto da Bennett Miller, basato sulla vita dello scrittore statunitense Truman Capote, in particolare sul lavoro di ricerca e approfondimento svolto dall'autore in preparazione del suo romanzo A sangue freddo, ultima opera compiuta di Capote. Grazie a questo film, Philip Seymour Hoffman vince l'Oscar al miglior attore nel 2006.

Trama

Kansas, 1959. Con i proventi della vendita dei diritti per il film sul libro Colazione da Tiffany, Truman Capote decide di dedicarsi per 6 anni alla stesura di un romanzo-documento, descrivendo con cinismo e freddezza l'assassinio di un'intera famiglia di Holcomb. I Clutter infatti furono sterminati da due assassini, quasi immediatamente catturati e condannati alla pena capitale.

Capote, anche grazie all'aiuto dell'amica d'infanzia Harper Lee, ha accesso ai verbali e alle foto delle indagini e riesce per lungo tempo ad avere contatti con i due assassini, in particolare con Perry Smith, per metà cherokee e per metà irlandese, ossessionato dalla cultura quanto spietato nella realtà. Apre il lato umano dell'assassino, facendosi infine rivelare i reali fatti accaduti quel giorno in Kansas...

Collegamenti esterni

  • cinema Portale Cinema: accedi alle voci de enciclopediadeldoppiaggio che trattano di cinema


Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
DOPPIAGGIO
INDICI A-Z
Strumenti