Rambo

Da Enciclopedia del Doppiaggio.it.


Rambo-2.jpg
Rambo.jpg

Rambo (1982)
First Blood | USA
regia di Ted Kotcheff
88 min | colore | drammatico, azione
una produzione Buzz Feitshans
scritto da Michael Kozoll & William Sackheim, Sylvester Stallone

soggetto dal libro First Blood di David Morrell
Current user rating: 100% (1 votes)

 You need to enable Javascript to vote

Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Interpreti e personaggi
{{{attori}}}
Doppiatori originali
{{{doppiatorioriginali}}}
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
{{{doppiatoriitaliani}}}
Doppiatori italiani
Doppiatori trailer
Doppiaggio italiano: C.D.
Direzione del doppiaggio: Renato Izzo
Adattamento dialoghi italiani: Alberto Piferi
Assistente al doppiaggio: {{{assistentedoppiaggio}}}
Fonico di doppiaggio: {{{fonicodoppiaggio}}}
Fonico di mix: {{{fonicomix}}}
Sonorizzazione: {{{sonorizzazione}}}
Edizione italiana: {{{edizioneitaliana}}}
Supervisione artistica: {{{supervisioneartistica}}}
Sincronizzazione: {{{sincronizzazione}}}
Fotografia di {{{fotografo}}}
Musiche di {{{musicista}}}
Effetti speciali a cura di {{{effettispeciali}}}
Montaggio di {{{montatore}}}
Scenografie a cura di {{{scenografo}}}
Premi:
{{{premi}}}
Fotografia di Andrew Laszlo
Musiche di Jerry Goldsmith
Effetti speciali a cura di '
Montaggio di {{{nomemontatore}}}
Scenografie a cura di Wolf Kroeger
Premi:


« Potevo ucciderli tutti, potevo uccidere anche te. In città sei tu la legge, qui sono io. Lascia perdere, lasciami stare o scateno una guerra che non te la sogni neppure. »
(Rambo a Teasle)

(Ferruccio Amendola doppia Sylvester Stallone in Rambo del 1982 )

Rambo (titolo originale First Blood) è un film del 1982 diretto dal regista Ted Kotcheff. Tratto dal romanzo First Blood di David Morrell, ha tra gli sceneggiatori lo stesso Stallone, che interpreta il protagonista. La pellicola vuole essere una condanna all'emarginazione subita dai reduci dal fronte, e una profonda introspezione che riguarda il personaggio del reduce disadattato. Un uomo, Rambo, trasformato in una macchina da guerra letale, che nasconde nel suo animo tutte le sofferenze subite da se stesso, ma anche dai suoi compagni di plotone, durante la guerra. Il film è uscito il 22 ottobre 1982, e a fronte di un budget di circa 14.000.000 di dollari ne ha incassati solo negli Stati Uniti 47.212.904, raggiungendo in tutto il mondo i 125.000.000 di dollari di incasso.

Indice

Trama

Stop hand.png

Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

John James Rambo (Sylvester Stallone) è un reduce del Vietnam che vaga per gli Stati Uniti senza fissa dimora e senza un lavoro. Giunto ad Hope, una cittadina della Columbia Britannica, in cerca di un suo amico, Delmore Barry, scopre che egli è morto di cancro per esposizione all'Agente Arancio.

Sul percorso di ritorno si imbatte nello sceriffo del posto, Will Teasle (Brian Dennehy), il quale, con la scusa di offrirgli un passaggio, in realtà lo conduce fuori città, motivandogli arrogantemente che la presenza di vagabondi (e in particolar modo di reduci dal fronte) non è per niente gradita. Tuttavia, una volta sceso dalla vettura, Rambo decide comunque di ritornare a Hope. Ma Teasle, compiendo un abuso di potere, lo arresta per vagabondaggio, resistenza a pubblico ufficiale e possesso d'arma illegale (un coltello).

Lo sceriffo affida il neodetenuto al suo vice, Arthur Galt (Jack Starrett), il quale però, insieme ad altri colleghi, sottopongono Rambo a vessazioni ed umiliazioni, che fanno riaffiorare all'ex berretto verde, traumatizzato, i ricordi delle torture subite in Vietnam. Rambo si ribella, si sbarazza dei suoi aguzzini, fugge dalla stazione di Polizia e, sottraendo una motocicletta, si dirige fuori città.

Teasle lo insegue immediatamente, ma giunto in una altura impervia deve fermarsi perdendolo così di vista. Successivamente viene organizzata una battuta nei boschi, e tramite l'ausilio di un cane da fiuto localizzano Rambo, che per sfuggire alla cattura si cala in un crepaccio...

Produzione

Per la parte di Rambo erano stati considerati Clint Eastwood, Al Pacino, Robert De Niro, Paul Newman, Steve McQueen, Nick Nolte, e Michael Douglas. A Terence Hill, come recentemente confermato nel corso di un'intervista in Italia, fu offerto il ruolo, ma l'attore preferì rifiutare perché ritenuto "troppo violento". Steve McQueen aveva espresso interesse per la parte del protagonista, ma fu costretto a rifiutare perché considerato troppo vecchio per il ruolo. Sylvester Stallone fu confermato dopo il successo della saga di Rocky.

Per la parte del Col. Trautman, che alla fine del copione originale avrebbe ucciso Rambo, era stato considerato Rock Hudson, ma l'attore era stato operato al cuore e dovette rinunciare al ruolo. Infine Richard Crenna è stato rapidamente assunto come un sostituto. A Stallone fu consentito di proporre modifiche alla sceneggiatura, per rendere il personaggio di John Rambo più simpatico. Mentre nel libro di Morrell, Rambo ha un carattere violento, uccidendo molti dei suoi inseguitori, nel film non causa direttamente la morte di tutte le forze di polizia nazionali. Prima dell'inizio delle riprese, a Kirk Douglas fu affidata la realizzazione di un finale in cui il personaggio protagonista sarebbe dovuto morire per mano del Col. Trautman. La scena fu girata, ma sia il regista che Stallone decisero di sostituirla con una scena meno drammatica.

Titolo

Negli Stati Uniti, il film fu rilasciato come First Blood. A livello internazionale, il titolo è stato modificato Rambo: First Blood o semplicemente Rambo (tra cui anche in Italia). Ad ottobre 2007. prima del rilascio di John Rambo, quarto capitolo della saga, dopo vari cambiamenti (Rambo IV - Pearl of the Cobra, John Rambo, Rambo: to Hell and Back) la produzione, in accordo con Stallone, ha deciso di chiamare il film semplicemente Rambo, ignorando che si tratta del titolo dato al primo film della saga in almeno otto paesi del mondo. Ovviamente, in Italia, il titolo è stato cambiato in John Rambo.

Analisi del film

Molto più che un semplice film d'azione, il film vuole essere una condanna all'emarginazione che circondava i reduci dal Vietnam e conduce una certa introspezione che riguarda il personaggio del reduce disadattato, che nasconde sotto la superficie del soldato indistruttibile tutte le sofferenze per gli orrori della guerra. Da tenere conto inoltre la recitazione di Sylvester Stallone, che in tutto il film dice pochissime battute. Il film e il personaggio di Rambo ormai a distanza di 28 anni sono diventati una icona e un mito conosciuti in tutto il mondo.

Secondo un altro punto di vista, il film rappresenta il tentativo di elaborare la tragedia collettiva del Vietnam attraverso le categorie del nascente reaganismo. La destra americana degli anni '80 considerava la sconfitta in Vietnam come la conseguenza della sconfitta sul fronte interno, da parte dell'opinione pubblica, schierata prevalentemente con il fronte pacifista. Questa prospettiva trascura completamente altre analisi, ad esempio quella dell'intellettuale americano Noam Chomsky, secondo il quale la guerra del Vietnam poteva essere vinta, ma a condizione di effettuare una mobilitazione generale, di risorse e uomini simile a quella della seconda guerra mondiale (Chomsky, 1993). Questa scelta fu scartata dall'establishment statunitense, che riteneva di aver già raggiunto gli obiettivi per cui la guerra era stata concepita, al di là della situazione sul campo. Rambo, secondo questa interpretazione, è portatore del punto di vista che imputa la sconfitta al dissenso.

Curiosità

  • Il body count (persone uccise da John Rambo) dei quattro film è rispettivamente 1 (un assistente dello sceriffo cade da un elicottero a seguito del lancio di un sasso, ma Rambo non sarebbe direttamente responsabile), 58, 78, 83[1].
  • Il primo a usare il nome "Rambo" è stato Tomas Milian nel film Il giustiziere sfida la città. Milian aveva letto il romanzo First Blood (da cui è tratta la trama del film), e avrebbe voluto utilizzare il titolo Rambo sfida la città (1975) per la pellicola da lui interpretata, ma la Medusa Film rifiutò quest'idea. Caso volle che sette anni dopo fosse proprio la Medusa a distribuire Rambo.
  • Nel romanzo di David Morrell First Blood, Rambo, facendo esplodere delle granate nella stazione di benzina, non riesce a scappare e perde la vita per mano di Trautman.
  • Esiste un finale alternativo, in cui Rambo costringe il colonnello Trautman a sparargli, visibile su YouTube[2].
  • "Rambo" in giapponese (乱暴) significa violento, sfrenato, manesco.

Note

  1. New "Rambo" Has Biggest Body Count

Voci correlate

Collegamenti esterni

  • cinema Portale Cinema: accedi alle voci de enciclopediadeldoppiaggio che trattano di cinema


Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
DOPPIAGGIO
INDICI A-Z
Strumenti