Milano calibro 9

Da Enciclopedia del Doppiaggio.it.


Milanocalibro9-2.jpg
Milanocalibro9.jpg

Milano calibro 9 (1972)
Milano calibro 9 | Italia
regia di Fernando Di Leo
100 min | colore | noir, poliziottesco, gangster
una produzione Armando Novelli
scritto da Fernando Di Leo

soggetto Fernando Di Leo, Giorgio Scerbanenco
Current user rating: 0% (0 votes)

 You need to enable Javascript to vote

Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
{{{doppiatorioriginali}}}
Interpreti e personaggi
{{{nomeattori}}}
Doppiatori italiani
Doppiatori italiani
{{{nomedoppiatoriitaliani}}}
Doppiatori trailer
{{{trailer}}}
Doppiaggio italiano: CID
Direzione del doppiaggio: {{{direzionedoppiaggio}}}
Adattamento dialoghi italiani: {{{dialoghiitaliani}}}
Assistente al doppiaggio: {{{assistentedoppiaggio}}}
Fonico di doppiaggio: {{{fonicodoppiaggio}}}
Fonico di mix: {{{fonicomix}}}
Sonorizzazione: CDS
Edizione italiana: {{{edizioneitaliana}}}
Supervisione artistica: {{{supervisioneartistica}}}
Sincronizzazione: {{{sincronizzazione}}}
Fotografia di Franco Villa
Musiche di Luis Enríquez Bacalov, Osanna
Effetti speciali a cura di {{{effettispeciali}}}
Montaggio di Amedeo Giomini
Scenografie a cura di Francesco Cuppini
Premi:
{{{premi}}}
Fotografia di {{{nomefotografo}}}
Musiche di {{{nomemusicista}}}
Effetti speciali a cura di {{{nomeeffettispeciali}}}
Montaggio di {{{nomemontatore}}}
Scenografie a cura di {{{nomescenografo}}}
Premi:
{{{nomepremi}}}


« Se continua così, vedrai che fanno l'antimafia pure pe' Milano! [...] La chiamano mafia, ma oggi sono...sono bande. Bande in lotta e concorrenza fra di loro. La vera mafia non esiste più »
(Don Vincenzo - dai dialoghi del film)

Milano calibro 9 è un film noir-poliziottesco del 1972, scritto e diretto da Fernando Di Leo, con Gastone Moschin, Barbara Bouchet, Mario Adorf e Philippe Leroy, uscito in Italia il 25 febbraio 1972.[1]

Il film è il primo capitolo della trilogia del milieu del regista. Il titolo della pellicola è quello di un'antologia di racconti di Giorgio Scerbanenco: l'idea del pacco bomba e dello scambio dei pacchi è tratta da Stazione centrale ammazzare subito e le caratteristiche del personaggio di Ugo Piazza sono, invece, riferimenti ai racconti Vietato essere felici e La vendetta è il miglior perdono.

Indice

Trama

Rocco Musco insieme ad un compare sorveglia una spedizione di valuta clandestina in dollari, trasferita a Milano per mano di alcuni corrieri; il plico, nel percorso che parte da piazza del Duomo e prosegue in metropolitana, durante gli scambi viene sostituito e i soldi spariscono; allo scopo di ritrovarli i due interrogano barbaramente e inutilmente i corrieri che, non avendo fornito risposte esaurienti, vengono trasferiti in una grotta e fatti saltare in aria con il tritolo.

Tre anni dopo, Ugo Piazza, uno dei corrieri all'epoca sfuggito alla vendetta poiché nel frattempo arrestato per rapina, viene rilasciato dal carcere di San Vittore ma, appena uscito, si trova costretto a confrontarsi con gli scagnozzi del boss malavitoso conosciuto come l'Americano; successivamente, quale sorvegliato speciale, deve anche subire le vessazioni di un esperto commissario di polizia, poco propenso ad ascoltare le idee riformiste del suo vice Mercuri, incline a ritenere che presto Piazza tornerà a delinquere...

Collegamenti ad altre pellicole

Note

  1. Date di uscita per Milano calibro 9 (1972). URL consultato il 15 ottobre 2009.

Voci correlate

Collegamenti esterni



Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
DOPPIAGGIO
INDICI A-Z
Strumenti