Hook - Capitan Uncino

Da Enciclopedia del Doppiaggio.it.


{{{immagine2}}}
Hookcapitanuncino.jpg

Hook - Capitan Uncino (1991)
Hook | USA
regia di Steven Spielberg
135 min | colore | fantastico, avventura

scritto da James V. Hart, Nick Castle, Malia Scotch Marmo

soggetto James V. Hart, Nick Castle, tratto dalle opere teatrali e dai libri di James Matthew Barrie
Current user rating: 80% (6 votes)

 You need to enable Javascript to vote

Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Interpreti e personaggi
{{{attori}}}
Doppiatori originali
{{{doppiatorioriginali}}}
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
{{{doppiatoriitaliani}}}
Doppiatori italiani
Doppiatori trailer
{{{trailer}}}
Doppiaggio italiano: C.D.C.
Direzione del doppiaggio: Manlio De Angelis
Adattamento dialoghi italiani: Marco Mete
Assistente al doppiaggio: Maria Rita Amari
Fonico di doppiaggio: {{{fonicodoppiaggio}}}
Fonico di mix: {{{fonicomix}}}
Sonorizzazione: {{{sonorizzazione}}}
Edizione italiana: {{{edizioneitaliana}}}
Supervisione artistica: {{{supervisioneartistica}}}
Sincronizzazione: {{{sincronizzazione}}}
Fotografia di {{{fotografo}}}
Musiche di {{{musicista}}}
Effetti speciali a cura di {{{effettispeciali}}}
Montaggio di {{{montatore}}}
Scenografie a cura di {{{scenografo}}}
Premi:
{{{premi}}}
Fotografia di Dean Cundey
Musiche di John Williams
Effetti speciali a cura di '
Montaggio di {{{nomemontatore}}}
Scenografie a cura di Norman Garwood
Premi:
* 5 nominations agli Oscar 1992



« I grandi sono tutti pirati. »
(Rufio)

Hook - Capitan Uncino è un film del 1991 del regista statunitense Steven Spielberg, che narra le vicende legate al personaggio letterario di Peter Pan, creato dallo scrittore James Matthew Barrie, ma portati in epoca contemporanea.

Indice

Trama

Stop hand.png

Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

L'avvocato Peter Banning si reca a Londra con la moglie Moira e i figli Jack e Maggie a far visita alla sua "nonna adottiva", l'anziana Wendy Moira Angela Darling. Ma la notte stessa mentre Peter e la moglie erano ad una cerimonia di premiazione della "nonna" Wendy, i suoi due figli rimasti a casa, vengono rapiti e al loro posto solo un sinistro messaggio attaccato ad una porta da un pugnale firmato "Capitan Uncino". Nonostante l'arrivo della polizia, essa non potrà essere di molto aiuto alla famiglia Banning.

Nel frattempo la fatina Trilly giunge nella cittadina inglese informando Peter del rapimento dei suoi figli. Infatti lo porterà all'isola che non c'è e con il suo aiuto porterà Peter alla nave dei pirati. Giunti sul posto, Peter non resiste al fatto di voler liberare i propri figli dalle grinfie del capitano che nel frattempo insieme al suo nostromo Spugna notano che il Peter Banning che si trovano innanzi non sia più il celebre Peter Pan "volante" di un tempo per via della sua impreparatezza sul campo di battaglia. Col passare degli anni egli si è dimenticato il suo passato ovvero quello di essere stato niente meno che Peter Pan.

Convinto da Trilly, che si occuperà personalmente di far tornare la memoria a Peter, il Capitano (avendo ancora un conto in sospeso nei suoi confronti e per salvare la memoria del suo nome), gli concede 3 giorni per ricordare veramente chi è stato in passato per prepararsi allo scontro finale con il capitano Giacomo Uncino e la sua ciurma di pirati.

Intanto è iniziato il "lavaggio del cervello" per Peter, grazie anche alla fiducia e il coraggio mostratagli dai bimbi sperduti (che all'inizio erano titubanti sulla sua identità) dal geloso Rufio (che sul punto di morte per via di Uncino gli rivelerà affetto "paterno" nei suoi confronti) "tutore e comandante" dei bimbi da quando Peter se ne andato via dall'isola per amore di Moira, la pronipote di Wendy.

Nel frattanto il capitano (convinto dall'idea di Spugna) cercherà di plagiare i figli di Peter nel tentativo di schierarli dalla sua parte. Fallirà con Maggie ma in compenso riuscirà ad assicurarsi l'affetto paterno di Jack che suo padre non sapeva dedicargli tramite la sua passione per il baseball organizzandogli una partita per fare dispetto proprio a Peter per tutte le partite che ha perso per motivi di lavoro. Jack vince la partita e Uncino lo accoglie come un eroe ma soprattutto un figlio.

Dopo questo scioccante episodio, Peter, avendo assistito alla partita e vedendo il figlio passare dalla parte del nemico, egli tornerà all'isola più desideroso che mai nel tornare a volare e tramite la sua nuova ombra "da grande" riuscirà a ritornare nella grotta in cui da ragazzino viveva insieme a Wendy e gli altri bimbi sperduti (compreso Tootles l'anziano signore e amico di Peter che vive con Wendy anch'egli adottato da lei essendo stato un bimbo sperduto anche lui) e da lì sempre con lo spronamento da parte della fata Trilly facendogli ricordare come pensiero felice la nascita di Jack, Peter riuscirà a tornare ad essere il Peter Pan che è stato. Ripreso il comando per volontà di Rufio, che ha riconosciuto in lui il vero Peter Pan, tutti si equipaggiano per dirigersi alla nave di Uncino per la battaglia decisiva.

La battaglia sarà intensa e piena di emozioni, Peter riuscirà prima a liberare Maggie e poi Jack che solo dopo la morte di Rufio deciderà di voler tornare a casa. Uncino non accetta questo decisione di Jack e ricatta Peter costringendolo all'ultimo scontro. Peter accetta e così inizia lo scontro che finirà con la vittoria di Peter, la riconquista dell'affetto dei suoi figli e Uncino inghiottito dal coccodrillo "orologio" da lui stesso ucciso.

I figli di Peter si dirigono per primi a casa grazie alla polvere di fata di Trilly proprio assieme a lei perché prima Peter decide di dare l'ultimo saluto ai bimbi sperduti perché come capito da Trilly prima dell'ultima battaglia egli tornerà a casa dalla sua famiglia. C'è enorme dispiacere da entrambe le parti per l'addio di Peter ai bimbi sperduti ma dice a loro che non lì dimenticherà più e nello stesso momento lascia l'incarico del comando al bimbo sperduto più grande per potersi occupare di quelli più piccoli. Ormai in volo Peter ringrazia i bimbi per aver creduto in lui. I bambini tornano a Londra e ritrovano la famiglia spiegando a loro i fatti avvenuti. Nello stesso istante Peter, torna anch'egli a casa e nelle vesti di avvocato e dà l'addio anche a Trilly dicendole finalmente di credere nelle fate e Trilly le risponde che l'Isola che non c'è sarà il luogo in cui lo amerà per sempre.

Peter può tornare quindi a riabbracciare la sua riconquistata famiglia e rivivere assieme a loro una nuova avventura.

Hookcapitanuncino-2.jpg

Curiosità

  • Per il doppiaggio italiano sono stati italianizzati alcuni nomi, proprio come nell’adattamento del classico Disney: il nome di Uncino diventa Giacomo anziché James, e John e Michael (fratelli di Wendy, non presenti nel film ma solo citati) in Gianni e Michele.
  • Lo sceneggiatore Jim V. Hart deve l'idea a suo figlio Jake (che diventerà il nome di uno dei protagonisti del film), il quale facendogli vedere un'immagine disse: "Questo è Uncino che viene mangiato dal coccodrillo, ma non viene ucciso sul serio, lui scappa". Così Hart per quattro anni si scervellò per trovare una storia pensando che Uncino potesse essere realmente scappato, e volesse così ottenere la migliore delle vendette; tuttavia, Hart non riusciva a trovare una trama fino a quando ancora suo figlio disse le parole magiche: "E se Peter Pan diventasse grande..."
  • Il progetto originale nasceva come un musical: alla fine solo una delle canzoni scritte da John Williams è stata utilizzata nel film, ma le altre si possono sentire in versione strumentale come accompagnamento di varie sequenze.
  • Inizialmente il ruolo di Capitan Uncino era stato proposto a Kevin Kline, ma il perdurare delle riprese di Bolle di sapone lo costrinse a rifiutare, e così la parte andò a Dustin Hoffman.
  • Tra i tanti camei presenti nel film: Glenn Close appare nel ruolo del pirata che finisce nella "bubboliera"; Phil Collins interpreta il commissario di polizia londinese; Gwyneth Paltrow appare per pochi secondi nei ricordi di Peter, nella parte della giovane Wendy; George Lucas e Carrie Fisher interpretano, non accreditati, i due che si baciano sul ponte quando Trilli trasporta Peter avvolto in un lenzuolo, e che prendono il volo grazie alla polverina che cade dalla fatina.
  • Robin Williams ha letteralmente salvato la vita di Steven Spielberg sul set, spingendolo via dal luogo dove stava precipitando un faro fissato male al soffitto.
  • Peter Pan a 5 anni è interpretato dal figlio di Dustin Hoffman, Max Hoffman. La figlia Rebecca compare nei panni di Jane nella recita scolastica. Il figlio Jake (poi lanciato in Cambia la tua vita con un click accanto ad Adam Sandler) è uno dei giocatori di baseball all'inizio del film.
  • L'attrice che interpreta la madre di Peter Pan nel flashback dove Peter parla con Campanellino e dice "Io mi ricordo di mia madre, io me la ricordo!" è Kelly Rowan, in seguito diventata famosa per il ruolo di Kirsten Cohen nella serie televisiva The O.C.
  • Durante il volo aereo all'inizio del film, il capitano dell'aereo parla ai passeggeri. Nella versione italiana, il doppiatore è lo stesso di Capitan Uncino, ovvero Ferruccio Amendola.
  • In una scena del film si fa per caso rifarimento al paio di scarpe indossate da Robin Williams quando è nelle vesti dell'avvocato Peter Banning. La scena vede Peter appena sbarcato sull'isola che non c'è, il quale viene avvistato da un pirata molto interessato alle sue lussuose scarpe, ed egli risponde che esse le si possono trovare in saldo all'Emporio Armani, citando così la nota azienda d'abbigliamento italiana fondata da Giorgio Armani.
  • Nei ricordi di Peter, quando lui bacia Moira, sullo sfondo appare la locandina di A Hard Day's Night, il film dei Beatles del 1964.

Voci correlate

Collegamenti esterni

  • cinema Portale Cinema: accedi alle voci de enciclopediadeldoppiaggio che trattano di cinema


Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
DOPPIAGGIO
INDICI A-Z
Strumenti